DSsol-MPH

Metroid prime Hunters, soluzione

I SETTE CACCIATORI DI TAGLIE:
SAMUS ARAN
FORMA ALTERNATIVA: Morfosfera
ARMA DI PREFERENZA: Missili

SPIRE
FORMA ALTERNATIVA: Massosfera
ARMA DI PREFERENZA: Raggio Magmatico

NOXUS
FORMA ALTERNATIVA: Voscyte
ARMA DI PREFERENZA: Raggio del Giudizio

KANDEN
FORMA ALTERNATIVA: Spinolarva
ARMA DI PREFERENZA: Raggio Voltaico

WEAVEL
FORMA ALTERNATIVA: Meccanotorretta
ARMA DI PREFERENZA: Raggio da Guerra

SYLUX
FORMA ALTERNATIVA: Occlibola
ARMA DI PREFERENZA: Raggio Shock

TRACE
FORMA ALTERNATIVA: Triskelion
ARMA DI PREFERENZA: Raggio Imperium

SOLUZIONE

CAPITOLO 1 “CELESTIAL ARCHIVE”

Appena fuori dall’astronave ci sono due portali (a destra e a sinistra), una console di comando e una barriera verde sotto lo piattaforma d’atterraggio. Fate esplodere lo porta per entrare nell’area successiva. Qui scandite gli oggetti presenti nella stanza. Salite sulla passerella che va verso l’alto (al centro della stanza) e dirigetevi a sinistra. A questo punto scandite la console al di là della passerella e poi il pulsante accanto alla porta del muro. Una volta sbloccata, entrate: appariranno numerosi Psycho Bit v 1.0. Scanditene uno per apprenderne le caratteristiche, quindi uccidete tutti gli esemplari per aprire le porte della stanza. Dopo essere saliti in cima alla rampa seguite il corridoio verso lo Sala Meditazione (qui distruggete lo cassa). Proseguite lungo il corridoio, andate a destra ed entrate nella porta. Con un missile dovrete far saltare lo porta marrone. Uscite dalla stanza e lungo il corridoio vi troverete dinanzi a un bivio (memorizzate lo fessura nel pavimento). Seguite il corridoio a sinistra eliminando gli Psycho Bit che vi si pareranno innanzi. Prima di terminare il lungo corridoio riceverete un messaggio che vi comunica che un’altra nave è approdata nel Celestial Archives.
Entrate nella porta argentata a destra, scandite il muretto di fronte, saltate sulla piattaforma (al centro della stanza) e candite il diamante blu: appariranno alcuni nemici che dovrete uccidere (attenzione perché si rigenerano). Otterrete una chiave scudo e un artefatto. Uscite dalla porta con i due cristalli, uccidete i nemici e saltate giù nella fossa. Trasformatevi in Morfosfera e rotolate in un percorso che corre lungo il pavimento (troverete dei missili), tornate indietro e proseguite lungo il corridoio.
Lo stesso vale anche per l’altro tunnel del tutto simile a questo, tornate al corridoio ed eliminate il mostro per aprire lo porta. Scandite lo base del pilastro, salite in cima attraverso le piattaforme circostanti ed entrate nella porta. Seguite il tunnel (a destra), alla fine c’è lo sagoma di un cacciatore: si tratta di Kanden (il primo ed il più debole fra i cacciatori rivali).
Non avvicinatelo troppo altrimenti fuggirà via: scanditelo prima che si accorga della vostra presenza. Inseguitelo, poi infilatevi nel corridoio a sinistra, fino alla porta argentata. Kanden vi attaccherà nella sua forma alternativa. Scanditela e colpitelo un paio di volte, per farlo ritornare nella sua forma umanoide. E importante che non rimaniate fermi nello stesso punto mentre continuate a colpirlo (mirare alla testa è un’ottima soluzione). Quando lo avrete sconfitto, raccogliete lo chiave e aprite una delle porte della passerella superiore. Racccogliete l’artefatto, tornate nella stanza precedente, scandite tutto il possibile e uscite dalla terza porta. Si aprirà una porta a sinistra. Scandite il pulsante giallo a sinistra per attivare il portale, ma per il momento non entrateci. Saltate invece sulla piattaforma per raggiungere lo porta in alto e raccogliete l’artefatto.
Scandite i quattro interruttori per ottenere una chiave e, attraverso lo porta della stanza successivo, andrete fino al portale. Entrate nella nave, salvate il dati di gioco e tornate al secondo portale. Il marchingegno presente in questa stanza si attiverà solo in compresenza dei tre artefatti necessari, generando un nuovo portale. Salite le scale e scandite lo porta. Aprite lo seconda porta. Qui c’è un Boss: si tratta di Cretaphid vl che spara raggi laser dagli occhi. l.suoi attacchi non sono eccessivamente temibili. Aggirate il pilastro mirando agli occhi blu. Non appena li avrete distrutti tutti comparirà il cervello del nemico. Continuate a colpirlo fino ad elirninarlo del tutto.
Raccogliete l’Ottolito, quindi tornate al portale, evadendo frettolosamente dall’area: partirà un conto alla rovescia di 8 minuti per arrivare alla nave. In questa condizione appariranno i Guardiani (non hanno una forma alternativa, quindi eliminateli senza scansione). Entrate nel portale, raggiungete lo vostra astronave e puntate a dritta verso il nuovo pianeta: Alinos.

CAPITOLO 2 – ALINOS
Eseguite lo scansione di tutto quello che trovate fuori dall’astronave. Oltrepassate le rocce nella lava ed entrate nella porta. Entrate nel tunnel che si trova nella vasta zona sabbiosa in fondo al corridoio, si tratta di un piccolo labirinto: all’incrocio a destra, sinistra, destra e dritto. Anche qui dovrete eliminare i nemici per ottenere lo chiave, quindi tornate nel labirinto: dritto, sinistra, dritto e dopo l’angolo aprite lo porta. Infilatevi nel tunnel sopraelevato, sino a raggiungere il primo artefatto. Entrate nella porta con i due cristalli e quindi entrate in una seconda porta. Aprire lo porta con l’eliminazione dei nemici, scandite lo striscia arancione sul muro a sinistra e aprite un’ altra porta.
Andando a sinistra incontrerete un’apertura protetta da un campo di forza viola (ignoratela): scandite lo crepa nel pavimento e saltate nella fessura sul soffitto. Ora vi attaccherà Spire, un altro cacciatore. Non affrontatelo subito a viso scoperto, ma fatene una scansione. Tornate al centro della stanza e salite lo rampa per ottenere i missili. Scendete e andate a sinistra, seguendo il muro. Entrate nella porta argentata. Andate a destra: si attiverà un campo di forza che vi intrappolerà nella stanza. Distruggete i due generatori e i nemici per annullare il campo di forza. Tornerà nuovamente Spire: colpitelo e scandite l’interruttore arancione sul muro per far apparire una chiave e l’artefatto. Attraversate la porta argentata e affrontote Spire (nulla di impossibile). Raccogliete la chiave e prendete l’ultimo artefatto nell’angolo, quindi saltate sulle piattaforme fino alla porta argentata (che prima non potevate raggiungere) ed entrate.
Scandite l’interruttore giallo, poi entrate nel portale e tornate al cancello, quindi alla nave per salvare il gioco. Tornate nuovamente nel portale e nella doppia porta: dovrete vedervela con un boss: Siench l. Cercate di colpire i suoi tentacoli, muovendovi sempre. Distrutti i tre tentacoli (occhio che si rigenerano), Siench si staccherà dal muro. È importante effettuare lo scansione anche di questa nuova forma: continuate a muovermi colpendolo nelle pupille. Ben presto tornerà ad attaccarsi sul muro, quindi ricomincerà l’intera battaglia.
Raccogliete l’Ottolito e tornate verso l’astronave (il countdown segna quattro minuti e mezzo). In questo frangente incontrerete Weavel, un cacciatore che possiede lo capacità di dividersi a metà, trasformando le gambe in un torretta e lo parte inferiore del corpo in un robot. Colpitelo per dividerlo in due, scandite le sue due forme e continuate a colpirle rapidamente. Appena ve ne sarete liberati seguite lo parte superiore dentro al tunnel e finitelo una volta per tutte. Tornate al cancello, salite sull’astronave e selezionate quale fra le due nuove aree (Vesper Defence e Arcterra) più vi aggrada.

CAPITOLO 3 – ARCTERRA
Entrate nel tunnel e procedete verso il basso percorrendo le piattaforme. Entrate nella porta in fondo e scandite il disco arancione di fronte alla porta. Avvicinatevi al campo di forza: Noxus e Trace si stanno affrontando a duello. Non appena si accorgeranno della vostra presenza, Noxus si concentrerà su Samus. Trace continuerà a colpire entrambi i cacciatori, mentre Noxus si trasformerà ben presto. In questo caso salite su un ripiano più alto per eludere i suoi attacchi. Non appena avrete sconfitto Noxus si attiveranno numerosi generatori che dovrete distruggere.
In quest’ area ci sono sei serrature da scandire per far apparire lo chiave (le quattro serrature si trovano nell’angolo a nord-est, sul muro vicino alla porta, sul lato sud del ponte danneggiato, sul lato nord del ponte donneggiato, nell’angolo a sud-est, vicino alla porta rossa, nell’angolo a nord-est, vicino alla torretta). Aprite con lo nuova chiave ottenuta lo porta chiusa verso il centro del corridoio a nord.
Raccogliete l’artefatto, entrate in modalità Morfosfera sotto le barre e attivate l’ascensore con una bomba. Entrate nella porta a nord-est e proseguite dritti, quindi saltate attraverso il campo di forza sul pavimento. Scandite l’interruttore a sinistra per disattivare i campi di forza delle due rientranze ai lati e distruggetè i nidi di vespa. Saltate sul trampolino per ritornare su, quindi voltate a sinistra. Scandite lo console per aprire lo cassaforte, saltate giù ed entrateci. Entrate nel tunnel a destra. In questa stanza tutte le uscite sono bloccate da campi di forza: arrampicatevi sul pilastro rotto per arrivare dall’altra parte della stanza.
Scandite lo luce: appariranno delle piattaforme. Da qui in poi avrete solo un minuto per portare a termine lo sezione successiva: trasformatevi, entrate nell’apertura a sinistra, salite sull’ascensore, seguite il tunnel fino alle rocce, saltate sulle tre piattaforme fino al tunnel dall’altra parte, rotolate giù e raccogliete il Judicator.
Con questo nuovo strumento potrete attraversare i campi di forza viola. Attraversate il ponte, saltate nell’apertura nel muro a destra, fate fuori lo torretta e prendete lo chiave che otterrete.
Raccogliete l’artefatto e attivate (senza entrerei] il portale dopo il corridoio. Proseguite per il corridoio con le sterpaglie (eliminandole) per scoprire una piccola fessura. Tornate alla caverna di ghiaccio e aprite lo porta della cassaforte. Ora tornate al ponte di ghiaccio ed entrate nella stanza dove c’è un portale, ma dovrete usare l’altro portale per tornare all’astronave.
Tornate ancora una volta 01 corridoio con le sterpaglie, aprite lo porta e, in modalità Morfosfera, entrate nel labirinto. Prendete lo chiave (sopra lo crepa nel ghiacciol, tornate alla porta chiusa e raccogliete l’ultimo artefatto. Tornate alla caverna di ghiaccio e da qui andate al portale.
Vi scontrerete con Siench 2, in una battaglia del tutto simile o quella con il primo Siench. L’unica differenza è che i suoi tentacoli sono vulnerabili solo ai colpi del Judicator (i suoi attacchi possono bruciarvi). Raccogliete l’Ottolito e fuggite. Avete a disposizione sette minuti per tornare all’astronave.
Immancabilmente incontrate un cacciatore: Trace. Evitate i suoi colpi fino a quando non si sarà scoperto, quindi scanditelo e sparategli fino a quando non salterà giù dal suo riparo. Solo dopo averlo sconfitto i campi di forza che bloccavano le porte saranno neutralizzati. Salite verso l’astronave, ma fate attenzione ai tre Guardiani.

CAPITOLO 4 – VESPER DEFENCE OUTPOST
Scendete il ponte a sinistra, pui a destra dietro al muro e quindi nel laboratorio. Attraversare la stanza eliminando i nemici e dirigetevi verso lo porta sul lato opposto a quello do cui siete entrati nella stanza.
Proseguite lungo il corridoio, andate a destra nella stanza successiva e raccogliete un artefatto. Eliminate ogni traccia nemica: il campo di forza si disattiverà e apparirà una chiave. Prendete l’ascensore e il secondo artefatto, poi tornate giù (alla porta con i cristalli) ed entrateci in modalità Morfosfera.
Saltate sul trampolino ed entrate nel tunnel, rotolandoci dentro. Scandite i quattro interruttori in ogni angolo della stanza, usate il Battlehammer per distruggere i campi di forza che bloccano lo porta e tornate giù. Salite con l’ascensore fino al tunnel in alto a sinistra (quello con due pilastri blu). Rotolateci dentro (usate ancora il Battlehammer per distruggere il campo di forza verde ed eliminate ogni forma di vita). Scandite l’interruttore tra le due porte, poi tornate indietro e saltate per raggiungerne un secondo. Tornate al punto in cui si trovano i trampolini e rotolate nel tunnel nel muro a sinistra.
Distruggete i nemici (e i loro generatori). Rotolate nella stanza seguente, quindi uccidete il nemico e prendete lo chiave. Con il trampolino si raggiunge lo camera di compressione in alto. Qui raccogliete l’artefatto (apparirà un Guardiano da eliminare).
Tornate nella stanza del primo artefatto, distruggete nemici e generatori e oltrepassate il campo di forza verde con il Battlehammer. Scandite il pilastro e avvicinatevi. Colpitelo nell’occhio rosso prima che tocchi il suolo.
Salite con l’ascensore e attivate il-portale. Seguite il tunnel nel corridoio a sinistra: incontrerete Sylux, un nemico contro cui dovrete far ricorso a colpi brevi e razzi. Nella sua forma alternativa diventa più vulnerabile, ma più rapido (non dimenticate il contenuto delle casse disseminate nell’area). I campi di forza si disattiveranno e la battaglia si sposterà nell’area centrale, con l’arrivo dell’astronave del cacciatore nemico.
Abbattetela a colpi di razzi, raccogliete la chiave ed entrate nel tunnel appenci aperto. Prendete l’artefatto, andate al portale per salvare all’interno della vostra astronave. Entrate nel tunnel, poi nel portale e percorrete il tunnel fino alla Fine per affrontare un altro Cretaphid. Questa versione avanzata del nemico può sparare dei globi verdi, ma i suoi occhi mutano di colore tra rosso e blu (quando sono rossi sono invulnerabili). Raccogliete l’Ottolito e tornate al portale: avete tre minuti per tornare all’astronave.

CAPITOLO 5 – RITORNO A CELESTIAL ARCHIVES
Scendete dall’astronave ed entrate nel portale, poi nella porta accanto e qui incontrerete uno dei cacciatori (o, alla meglio, un Guardiano). Proseguite verso destra ed entrate nella porta argentata (eliminate chiunque vi si trovi all’interno). Andate a sinistra ed entrate nella porta in fondo al corridoio, saltate giù nel condotto ed entrate nella stanza.
Con il Battlehammer potete aprire le porte verdi: entrate quindi nella porta a destra e combattete conto i due Guardiani. Saltate sul pilastro centrale, poi sulla piattaforma sospesa. Saltate a questo punto sulla sporgenza, trasformatevi e rotalate nel tunnel per prendere il Volt Driver, con cui farete esplodere i campi di forza gialli.
Salite sulle quattro piattaforme, eliminate la barriera e percorrete il tunnel fino all’ascensore. Saltate sul trampolino fino all’altro lato della stanza, entrate nel portale e scandite ogni cosa. Disattivate i campi di forza, azionate gli interruttori, quindi aggirate l’edificio ed entrateci dentro. Effettuando la scansione della console attiverete un portale. Tornate indietro e prendete il Photon Stabilizer. Entrate nel portale al terzo piano, uccidete il Guardiano per ottenere la chiave e salite sull’ascensore per raccogliere l’altro artefatto. Ritornate al punto di atterraggio. Raggiungete l’ultima piattaforma a destra (a sinistra c’è una passerella alla cui estremità ci sono quattro piattaforme sospese, che si muovono avanti e indietro), entrate nella stanza e uccidete tutti i nemici. Entrate nel portale più lontano, raccogliete i missili e scannerizzate l’estremità del tubo verde per prendere l’oggetto.
Tornate indietro e prendete l’altro portale, uccidendo i Guardiani e raccogliendo la chiave. Ora tornate al punto di partenza, salite sulla piattaforma di destra, entrate nel portale accanto allo scudo blu, percorrete la passerella ed entrate per raccogliere la chiave e l’artefatto. Poi tornate indietro, nel buco nel pavimento della seconda stanza per prendere lo Shock Coil (necessario per infrangere gli scudi blu-verdi).
Superate la barriera, entrate nel campo di forza usando lo Shock Coil ed entrate nel portale. Entrate dalla porta sull’altro lato e scannerizzate il Quadtroid. Eliminate i quattro Quadtroid per sbloccare la porta in fondo al corridoio. Entrate ed attivate il portale per raggiungere l’astronave. Tornate indietro, salite su, saltate sulla piattaforma e saltate verso l’artefatto. Rimarrete intrappolati da un campo d forza e un Ithrak si calerà dal soffitto. Mirate alla coda!
Ritornate alla spirale, salite al portole e offrontate Siench 3. È simile ai precedenti, ma ora è vulnerabile solo al Battlehammer. Quando assume la sua forma alternativa mutate velocemente in Morfosfera e rotolate ai lati per evitare i suoi potenti attacchi. Dal momento del suo abbattimento avete otto minuti e mezzo per raggiungere l’astronave.

CAPITOLO 6 – RITORNO AD ALINOS
Percorrete i tunnel fino o uno piccolo grato coperto do compi di forzo violo. Apritela con il Judicator e in modalità Morfosfera entrateci. Appena arrivate in fondo girate o destra e saltate verso l’alto (do uno sporgenza all’altra) per uscire dallo stanza. Tornate nell’area principale eliminando il campo di forzo violo, entrate: continuate lungo il corridoio, uscite dallo porto e scandite il pulsante sullo sporgenza per attivare uno piattaforma sospeso.
Entrate nello porto usando il Judicator, quindi lasciatevi cadere 01 centro dello stanza ed entrate nello porto del giardino. Seguite il tunnel, solite sulle piattaforme sospese sopra lo lavo e attraversate l’area. Entrate nel tunnel e lanciatevi con il trampolino verso alcuni generatori. Dopo un altro tunnel entrate nello porto: o sinistro c’è uno porto chiuso (uccidete i Guardiani di quest’area con il Judicator).
Entrate nello stanza, poi nello barriera e colpite con il Judicator il nemico nello lavo. Prendete il Magmaul e utilizzotelo per aprire i compi di forzo arancioni. Procedete lungo il corridoio e disattivate il campo di forzo scandendo il computer di sicurezze. Con il trampolino si raggiunge lo camera del consiglio. Qui dovrete eliminare i generatori, quindi entrare nello porto o sinistra ed attivate il portale per l’astronave. Entrate nello stanza circolare: effettuando lo scansione del computer riceverete uno chiave. In alto c’è un artefatto. lasciatevi cadere giù e colpite l’interruttore sul muro per attivare un trampolino, che userete per recuperare l’artefatto. Nello stanza con lo lavo dovrete rompere un campo di forzo arancione. Ci sono tre interruttori do attivare. Usate il Magmaul contro il campo di forzo, colpite l’interruttore nel bunker, tornate indietro e con il trampolino solite in alto. Fate lo scansione del computer per aprire uno porto, dunque lasciatevi cadere su due trampolini inferiori per entrare nello porto appena aperto. Saltate sulle macerie per afferrare lo chiave e l’artefatto. Tornate 0110 camera del consiglio, attivate il portale per tornare all’astronave e preparatevi od affrontare il boss.
Solite nello porte superiore dello stanza e saltate sullo sporgenza. Entrate nel tunnel come Morfosfera e percorretelo, quindi sullo passerella. Troverete l’ultimo artefatto e lo chiave in cima alle scale. Tornate indietro ed entrate nel portale per affrontare o viso aperto il boss.
È lo stesso Cretaphid già visto in precedenza, ma molto più potente. Come 01 solito oro può sparare dei globi verdi dagli occhi ed è possibile disattivare i suoi occhi laser colpendoli (solo mentre sono blu). Dedicatevi 0110 distruzione del suo cervello fino all’abbattimento totale del nemico. Non appena ve ne sarete liberati prendete l’Ottolito e tornate all’astronave. Avrete 5 minuti per farvi ritorno.

CAPITOLO 7 – RITORNO AD ARCTERRA
Entrate nello porto o sud-ovest, facendovi strada con il Magmaul. Uccidete i Ouodtroid nello stanza: sbloccherete un campo di forzo. Verrete circondati do un altro campo di forzo. Vi toccherà affrontare uno creatura di ghiaccio (usate il Magmaul).
Prendete l’lmperialist. Mirate con l’lmperialist all’interruttore rosso sul muro, così do azionare l’ascensore. Solite fino 01 secondo livello, usate il trampolino e percorrete il tunnel. Colpite altri due interruttori sul muro ed entrate nell’area finalmente accessibile. Scandite l’interruttore o sinistra: un portale vi consentirà di raggiungere l’astronave.
Con il trampolino raggiungete lo porto sullo sporgenza in alto.
Solite sullo piastrello quadrato sul pavimento: questo incomincerà o muoversi in avanti. Raggiungete lo porto sull’altro loto ed entrate nei sotterranéi. Altri quattro interruttori nell’anello in alto disattiveranno dei compi di forzo. Andate 01 centrodel lobirinto e rimanete sul disco: si trotto di un ascensore che porto in basso. Entrate nello crepo del muro nel corridoio o sinistra: recuperate lo chiave che vi serve per ottenere l’artefatto (si trovo dall’altra parte del corridoio). Ritornate all’ascensore e uscite dal labirinto. Dovrete vedervela con sei Guardiani, o intervalli di pochi secondi l’uno dall’altro.
Nella stanza dove avete affrontato la creatura di ghiaccio dovrete colpire l’interruttore che serve ad aprire la porta, quindi trasformatevi in Morfosfera ed entrare nel tunnel. Percorrete il labirinto ed entrate nella porta rossa, quindi nella stanza successiva (c’è un Ithrak appeso al soffitto). Scandite tre interruttori per disattivare i campi di forza e prendete la chiave e l’artefatto.
Appariranno due Guardiani. Ritornate alla stanza della creatura congelata, saltate sul trampolino ed entrate nel tunnel. Ora salite la rampa e fate apparire una chiave nell’angolo opposto della stanza. Tornate indietro e scandite il computer tra i due pilastri: lo scudo nel tunnel si disattiverò, permettendovi di raggiungere l’artefatto. Il boss di questo pianeta è Cretaphid v4: simile alle sue precedenti incarnazioni (ma il pilastra ora si può muovere). Come al solito non dimenticate di prendere l’Ottolito e tornate al portale. Avrete quattro minuti per tornare all’astronave.

CAPITOLO 8 – RITORNO A VESPER DEFENCE OUTPOST
Inoltratevi nella parte superiore dell’edificio, quindi scendete con l’ascensore e usate l’lmperialist per entrare nella porta rossa. Attraversate la porta e distruggete la torretta in cima. Entrate nel passaggio con la porta chiusa (dopo le scale a destra), girate a sinistra per il portale. Scandite il primo computer per attivarne un secondo. Avete solo 20 secondi per raggiungerlo (è consigliabile trasformarsi in Morfosfera).
Scandite anche il secondo computer (chiave) e anche qui avete solo 20 secondi per raggiungerla. La chiave consente l’accesso a un artefatto nella stanza al primo piano. Uccidete alcuni Guardiani (otterrete la chiave per il secondo artefatto).
Tornate al portale del boss ed entrate nella porta, salite sull’ascensore e attivate il portale. Entrate nella porta e andate nel corridoio a sinistra. Avrete solo un minuto per attivare il computer prima che l’intero pianeta collassi. Il consiglio è quello di ignorare i nemici, correndo fino ad arrivare alla rientranza in cui si trova il computer che dovete disattivare.
Scanditelo senza perdere tempo: apparirò una chiave. Prendetela (assieme all’artefatto). A questo punto arriverò Siench 4 (appeso al soffitto e vulnerabile solo al Magmaull. Nella sua versione alternativa sarò in una palla che rimbalzerò in tutta la stanza. Appena si ferma distruggete tutti i globi verdi (sfruttate gli angoli). Prendete l’Ottolito e tornate al portale. Avete tre minuti per ritornare all’astronave.

CAPITOLO 9 – ANCORA AD ALINOS
Nella sala dei combattimenti dovrete oltrepassate la barriera, quindi scandire i quattro pilastri che incontrerete. Se avrete raccolto tutti e otto gli Ottoliti apparirò Oubliette. Ritornate (fuggendo a gambe levate) alla sala dei combattimenti e sarete inseguiti da orde di Guardiani e cacciatori (in ogni stanza). Dopo i numerosi duelli ai quali dovrete dedicarvi, raggiungete l’astronave e fasciate Alinos una volta per tutte.

CAPITOLO 10 – OUBLIETTE
Entrate nella porta di frante a voi, salite sull’ascensore, entrate nel portale e poi nell’ultima porta. Rotolate nel tunnel a destra e saltate sulla piattaforma luminosa. Entrate nel portale (raccogliete l’energia), quindi tornate indietro e saltate giù, procedendo lungo il corridoio.
Attivate il portale del boss e preparatevi ad affrontare Gorea. Se fuggirete rapidamente verso il perimetro della stanza (dall’altro lato del fossato giallo), il boss non potrò raggiungervi fisicamente, ma solo spararvi. Attorno al perimetro della stanza è disposta una serie di placche colorate (colpitele nel seguente ordine, con le seguenti armi: Giallo/Volt Driver, Verde/Battlehammer, Arancio/Magmaul, Blu/ShockCoil, Viola/Judicator, Rosso/lmperialist). Correte lungo il perimetro dell’arena, evitando i colpi di Gorea: non appena questi diverrò rosso potrete colpirlo. La strategia è quella di colpirgli le spalle con un colpo solo (usate lo zoom).
Questo boss cambierò le sue sembianze: l’importante è scandirle tutte, per studiarlo al meglio, e restare al di fuori del suo raggio d’attacco. Colpite ripetutamente il suo occhio giallo con l’lmperialist.

Di' la tua, lascia un commento!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...